Agevolazioni Bandi Blog Finanziamenti News

Bando Innovazione A1 Audit

La Regione Toscana con il Bando Innovazione A – Audit continua a sostenere le PMI attraverso un’agevolazione alla realizzazione di progetti di investimento in attività di innovazione.

Cosa si può finanziare?

Le aziende, attraverso il Bando Innovazione A – Audit possono finanziare servizi finalizzati alla diagnosi della situazione competitiva di un’impresa.

Questi servizi debbono essere svolti da team multidisciplinari e/o da consulenti o manager con prolungata esperienza utilizzando metodi di audit tecnologico, audit competitivo e strategico, analisi dell’impatto sociale e di stakeholder engagement, analisi dei punti di forza e debolezza (analisi SWOT), valutazione del potenziale innovativo e di crescita dell’impresa.

I risultati debbono essere formulati in piani di azione in grado di orientare le scelte successive dell’impresa, anche in riferimento alla domanda di servizi qualificati specializzati.

In che cosa consiste l’Audit?

Queste sono i principali deliverable in cui deve tradursi il servizio di consulenza finanziato:

  • Una relazione dettagliata delle attività svolte contenente le informazioni sullo stato di realizzazione con riferimento, peraltro, alle dimensioni di performance indicate in sede di domanda;
  • Una copia rapporto di audit e copia del piano d’azione aziendale ossia un report sul loro grado di maturità su 4.0 accompagnato da un possibile piano di sviluppo (strategico ed operativo) contenente una serie di interventi consigliati che le aziende possono attuare;
  • Altri documenti a dimostrazione dell’attività svolta compresa copia del rapporto di assessment derivante dalla compilazione del questionario messo a disposizione dall’amministrazione sulla piattaforma cantieri 4.0. Per la compilazione sulla piattaforma cantieri 4.0 verranno rese disponibili ai fornitori dei progetti ammessi le credenziali di accesso. Le imprese che attiveranno il servizio di audit di cui al presente bando potranno fare riferimento ad attività pregressa di assessment non necessariamente svolta mediante l’utilizzo degli strumenti di cui alla piattaforma Regionale Industria 4.0.

Chi può presentare domanda?

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), compresi i liberi professionisti (equiparati alle imprese ai sensi della delibera di Giunta regionale n. 240/2017), in forma singola o associata (ATS, ATI, Rete-Contratto); le Reti Contratto e le ATS/ATI sono ammissibili solo se costituite da almeno 3 micro, piccole e medie imprese in possesso dei requisiti previsti al paragrafo 2.2. Ciascuna impresa può partecipare solo ad una Rete-Contratto, ATS e ATI richiedente l’agevolazione, pena l’inammissibilità delle successive domande nelle quali è presente la medesima impresa.
  • Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, società consortili. Le Reti Soggetto, i Consorzi, le società consortili sono ammissibili se in possesso dei requisiti previsti dal bando al paragrafo 2.2 e solo se costituite da almeno 3 micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale.

Tipologia di spese ammissibili:

Il progetto d’investimento innovativo coerentemente con quanto previsto dalla disciplina degli aiuti di stato a favore di RSI di cui alla Decisione CE 2014/C 198/01 e dall’art. 28 del Reg (UE)651/2014, deve prevedere acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione conformi alla tipologia A1 “Servizi di Audit e assessment del potenziale” del Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane approvato con decreto N. 1389 del30/03/2016 (di seguito “Catalogo”) e s.m.i..

Misura dell’agevolazione:

Dimensione Impresa Inv. min attivabile Inv. max attivabile % agev. Durata progetto
Micro Impresa € 5.000,00 € 7.500,00 60% 6 mesi
Piccola Impresa € 5.000,00 € 12.500,00 50% 6 mesi
Media Impresa € 5.000,00 € 20.000,00 40% 6 mesi

Per maggiori informazioni o supporto non esitate a contattare il Team Stargate al numero 0587 59309.

About the author

Stargate Consulting